ENG # ITA

 

 

 

Neko nasce nel 2007 dalla volontà di Francesco Diodati di riunire alcuni tra i musicisti (e amici) a lui più affini sotto il comune tetto di un progetto d’insieme condiviso e paritario. La formazione comprende oltre al leader Francesco Diodati (Chitarra), Francesco Bigoni (sax tenore), Francesco Ponticelli (contrabbasso e basso elettrico) ed Ermanno Baron (batteria). Il repertorio del gruppo si compone per lo più di composizioni originali del leader, e fonde sapientemente linee melodiche, riff aggressivi e improvvisazione, ma comprende anche rivisitazioni di brani di Thelonious Monk, Jeff Buckley, Kurt Cobain.

Sono due i dischi all'attivo per l'Auand Records (Purple Bra nel 2010, Need Something Strong nel 2012), che hanno ottenuto riscontri entusiastici da pubblico e critica specializzata.

Recentemente i Neko sono stati invitati a partecipare al prestigioso Festival "12 Points!" a Dublino e all'Ankara Jazz Festival in Turchia, come esponenti della nuova scena jazzistica italiana.Inoltre i Neko hanno riscosso successo negli Stati Uniti in occasione del festival AuandMeetsNY, una kermesse di 5 giorni di concerti sui più' prestigiosi palchi di New York.

 

 

Clicka sulla copertina per acquistare “Need Something Strong” su Jazzos.com!

Per il download su Itunes clicka qui

Clicka sulla copertina per acquistare “Purple Bra” su Jazzos.co!

Per il download su Itunes clicka qui

 

Ultime recensioni:


"Una Band meravigliosa" , Enrico Rava 2012

 

" Tra le esibizioni più entusiasmanti, di sicuro hanno lasciato una traccia indelebile (...) il Diodati Neko, dove il chitarrista si è imposto con idee e soluzioni compositive davvero raffinate".

Enzo Capua, Musica Jazz, New York 2011

 

"La storia del Jazz e' sempre stata favorita dalle collaborazioni di forti personalita', in particolar modo fra chitarra e sassofono. Sono state memorabili quelle fra Jim Hall e Sonny Rollins, Bill Frisell e Joe Lovano, e Kurt Roseninkel e Mark Turner. Aggiungete alla lista due artisti italiani, il chitarrista Francesco Diodati e il sassofonista Francesco Bigoni"

Mark Corroto, Allaboutjazz.com, Usa, 2010

 

"Questo gruppo dimostra grande abilità musicale e si avvia verso una brillante carriera".

Luca Conti, Musica Jazz, Milano 2011